politici, “sbrigafaccende” o trasformisti

facce

La situazione legate alle unioni civili fa pensare al trasformismo dei politici italiani pronti a partecipare al “family day” per ragioni elettorali ma, sempre per ragioni elettorali, appoggiare la legge sulle unioni civili. La legge in se almeno per me non è interessante, visto che il mio principio che tutti nella loro libertà devono avere uguali diritti e allo stesso tempo uguali doveri, è interessante però analizzare il trasformismo dei politici. in effetti essi, e lo abbiamo visto nel passato a Spadafora, non sono altro che sbrigafaccende. La campagna elettorale (soprattutto nei piccoli paesi) si imposta sulla misurazione della pressione, sul posto da autista, sulla pratica in banca, sul lavoro edile nella nuova costruzione, finanche sull’ aiuto per fare un certificato in un ufficio statale.

Fin quando il popolo non saprà affrancarsi da tale legame, il più delle volte storico e sociale, il nostro paese, la nostra provincia, la nostra nazione non si affrancherà mai dal giogo della cattiva politica. Non dico che non si debba avere la riconoscenza dell’amicizia (quando è amicizia vera), dico che si dovrebbe riuscire a discernere se il politico che si propone è veramente una persona che fa l’interesse del paese, o se esso sia solamente un trasformista sbrigafaccende interessato solamente allo stipendio (sia esso comunale, provinciale, regionale, nazionale).
Domenico

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.