Le ricerche di Gioele

Hanno risposto centinaia di volontari per contribuire alle ricerche del piccolo Gioele, il bambino di quattro anni scomparso da 16 giorni nelle campagne di Caronia, un piccolo paesino in provincia di Messina.

L’appello del padre

E’ stato il padre del piccolo, Daniele Mondello, a lanciare un accorato appello sui social allo scopo di iniziare autonomamente le ricerche del proprio figlioletto. In risposta, centinaia di volontari da questa mattina si sono portati nelle campagne di Caronia, con lo scopo di ritrovare qualche traccia di Gioele. L’appello è stato raccolto nel paese dove la coppia era molto conosciuta, Venetico, ma anche nei paesi limitrofi, come Spadafora, Villafranca, Milazzo.

Il ritrovamento di un cappellino

Durante le ricerche si sono vissuti attimi di euforia quando un volontario ha ritrovato tra le erbacce un cappellino da bambino. Immediatamente il copricapo è stato fatto vedere al padre di Gioele che però ha escluso in maniera categorica che potesse appartenere al figlio. Della stessa opinione la zia di Gioele, anch’essa presente nella zona delle operazioni. Le ricerche autonome sono iniziate già da qualche giorno. Prima a cercare erano solamente alcuni parenti stretti della coppia, a loro piano piano si sono aggiunti gli amici, fino ad arrivare alla mobilitazione odierna.

Le indagini sulla morte della dj

Parallelamente alla ricerca dei volontari nelle campagne di Caronia sono presenti centinaia di forze dell’Ordine. La zona sotto il traliccio, dove è stato ritrovato il corpo di Viviana Parisi, è stata infatti già perlustrata decine di volte dagli uomini delle forze dell’ordine, tra di esse anche parecchie unità cinofile provenienti da Messina ma anche da Palermo e Catania. Da qualche settimana a questa parte alle ricerche partecipano anche alcune squadre della protezione civile, e da oggi anche gli uomini dell’Esercito. La morte di Viviana sta infatti diventando un vero e proprio giallo, soprattutto per la sparizione del piccino di quattro anni. Gli investigatori lasciano aperte tutte le piste, compresa quella del rapimento. Le indagini ieri avevano subito un accelerazione quando si era finalmente rintracciata la coppia di turisti settentrionali che avevano visto Viviana, da loro è giunta la conferma che Gioele in quel momento era vivo, allo stato attuale però nessuna traccia del piccino, e ora dopo ora le speranze di ritrovarlo vivo si affievoliscono sempre di più.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.