Lo “Pseudopolitico del nostro paese!”

cetto

Ieri mi è arrivata una telefonata, non ho risposto. Di solito difficilmente lo faccio soprattutto quando a chiamarmi sono persone che hanno dimostrato la loro slealtà. Il nome che mi apparso sullo schermo (credo che cercandolo per “coincidenza” si trova nel titolo, e non correte tutti al titolo ahahaha) è infatti quello di un “pseudopolitico paesano”, uno di quelli che non hanno mai conosciuto la parola “lavoro”, (e quando lo hanno fatto devono ringraziare il “santo” in paradiso), uno di quelli che fanno degli inciuci e della mancanza di chiarezza la loro ragione di vita. Non ho bisogno di parlare con costoro e soprattutto non ho bisogno di farlo dopo due anni passati a analizzare la loro slealtà.

Non mi interessa cosa aveva da dirmi perché sono sicuro che era una stupidaggine, una di quelle stupidaggini che servono (secondo i pseudopolitici) a riallacciare dei rapporti che sono andati a farsi benedire. Probabilmente tutto tende a qualcosa che gli servirà nel futuro (elezioni in vista?), ma per quanto mi riguarda il mio “pseudopolitico preferito” potrà concorrere anche a presidente della Repubblica, non avrà il mio voto. Non lo avrà perché io voto le persone, e lui dopo svariati anni di “amicizia” ha dimostrato di non essere una bella persona, anzi!

D’altronde io sono orgoglioso, di aver fatto la mia strada, orgoglioso di non dover domandare nulla per la mia famiglia e per i miei figli, orgoglioso di avere un lavoro che mi gratifica, orgoglioso che i miei figli e mia moglie la pensino come me, orgoglioso di aver avuto 181 persone che hanno scritto il mio nome sulla scheda elettorale, orgoglioso di non dover lavorare grazie ai tuoi comparelli, orgoglioso soprattutto di non dover chiedere nulla a gente come te, non l’ho mai fatto e mai lo farò.Ti lascio nelle tue amicizie fatte di persone che ti cercano qualcosa SEMPRE, e che tu cerchi di soddisfare SEMPRE, sono loro che ti porteranno dove vorrai andare, non certo gli orgogliosi, testardi e desiderosi di fare il bene del proprio paese come me.
Dimenticavo…ultima cosa, non mi telefonare, non mi far telefonare, non mi cercare, non mi far cercare, non mandare emissari, non mi interessi, per me sei diventato “invisibile”.

Domenico Romano

ps “Pseudopolitico spadaforese” non mi interessa la TUA scelta di allora, le scelte sono sinonimo di gente con gli attributi, contesto (e lo sai, anche se fai finta di non saperlo) la tua mancanza di chiarezza e le cortine fumogene che hai buttato (e butti), quello si che sono sinonimo di slealtà!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *