253….morti

253 persone.

Mamme, ragazzi, uomini, donne, lavoratori, pensionati, anziani, giovani, ciclisti professionisti, amatori.

253 persone che sono decedute per causa di un incidente mentre andavano in bici.

253 persone su 3173 vittime per un totale dell’8%.

253 ciclisti che non torneranno più a casa.

E stiamo parlando solamente dei deceduti, non dei feriti o di coloro che neppure sono andati in ospedale, stiamo parlando solamente dei MORTI.

L’ultimo rapporto Istat (quello riferito al 2019) è impietoso, un aumento del 15 % rispetto all’anno precedente a fronte di una diminuzione di quasi il 5% sugli incidenti totali.

Non ho la bacchetta magica perciò non so del perchè di quest’aumento,so solamente che di fatto è una vera e propria strage.

Chi usa la bici merita più sicurezza e più rispetto.

Si deve puntare sulla cultura civica degli utenti della strada.

Si deve puntare su una mobilità sostenibile con infrastrutture dedicate.

Più piste ciclabili e meno velocità in città.

Il ciclista (cosi come il pedone) non deve aver paura di non ritornare a casa, perchè di fatto ogni volta che usciamo è questo quello che rischiamo.

Domenico

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.