Buonismo ….pasquale.

buonismo

Non ho mai sopportato ipocriti e buonisti, e probabilmente con l’età peggioro.

I periodi festivi al pari dei periodi di elezioni, sono l’esempio dei buonisti edulcorati, gente che di solito neppure ti saluta, e che invece come per incanto si ricorda che la festa fa diventare più…buoni.

L’amore, l’amicizia, ma anche la semplice conoscenza non dovrebbe essere ricordata solamente in certi periodi, io amo sempre, io sono amico sempre, io conosco sempre, non solo nelle feste comandate.

L’atteggiamento, che per inciso è uno di quelli che odio di più, può essere traslato in quasi ogni campo della società civile.

Ad esempio non ho mai capito chi va a messa solamente a Pasqua e a Natale, ci va per farsi vedere o perché crede?

Non parliamo poi di coloro che predicano bene e razzolano male anzi malissimo, tutti perbenisti a parole, fautori di atteggiamenti che rasentano la santità, ma pronti ad accoltellare nemici e anche amici alla prima occasione.

Lupi travestiti da agnelli, da cui se posso cerco di stare lontano.

Domenico.

Ps Discorso a parte i social, in cui tutto è possibile e tutto e di fatto un…bel gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *