Archivi del mese: gennaio 2017

L’Italia e i giovani.

non_e_paese_x_giovani

A leggere le stime che evidenziano come i giovani scappano dal nostro paese ci si fa un’idea abbastanza chiara, ma ci si domanda: Perché le nuove leve dovrebbero rimanere qui?

Un paese immobile che non sa sfruttare le potenzialità che ha, in cui si va avanti per conoscenze (vedi il fratello di Alfano), con una classe politica che non riesce neppure a decidere su una legge elettorale, e che ormai è votata all’autoreferenzialità.

Perché i giovani, quelli che rappresentano il futuro del sistema Italia dovrebbero rimanere qui? Cosa fa il governo? Cosa fanno le istituzioni? Cosa fa la società?

A malincuore dico, andate via, fatevi una vita altrove, ma portate sempre nel cuore la vostra Italia, un paese che potrebbe essere bellissimo se solamente riuscisse a fermare l’emorragia che continuamente porta fuori dai confini le nuove leve, almeno quelle migliori.

Paradossalmente infatti ad abbandonare il nostro paese sono i migliori, giovani uomini e donne che si fanno una vita all’estero, che guadagno all’estero, che spendono all’estero.

E a noi non rimane altro che vedere il nostro paese invecchiare, con l’unica colpa (grave) di affidare le sorti sempre alla stessa classe politica, becera, collusa e a volte anche menefreghista.

Cambiamo questo modo di agire anche perché il tempo a disposizione sta finendo. Svegliamoci, ora o mai più!!!

Domenico

Viaggiare, viaggiare, viaggiare….SEMPRE.

16266296_1426662297366253_9202750778285437272_n

Non ha importanza dove vai, non ha importanza dove dormi, non ha importanza cosa mangi. L’importante è viaggiare sempre e comunque, viaggiare con la mente aperta per la conoscenza, con il piacere di scoprire cose nuove, con la consapevolezza della grandezza del mondo.

Viaggiare, viaggiare, viaggiare….SEMPRE.

Non ci sono euro a sufficienza per replicare i piaceri di di uno scorcio lontano da ricordare, non ci saranno conti in banca buoni a sopperire un panino mangiato per le vie affollate di una capitale straniera, non ci saranno soddisfazioni monetarie che possano donare la soddisfazione di aver fatto amicizia con una persona, che se anche sconosciuta ti apre la mente come nessun può fare.

Usate aereo, macchina, aereo, bicicletta, non preoccupatevi andate a guardare cose nuove, immagazzinatele nella vostra mente, ricordatele per sempre, conservate le sensazioni che ne derivano. Dormite in alberghi a cinque stelle ma anche in B&B, mangiate ai ristornati migliori ma anche usando il food street, non vi fermate alle difficoltà e non abbiate paura di viaggi scomodi, tutto è comodo se conosciuto, sta a voi guadagnare quella conoscenza.

Viaggiate e fate viaggiare, non vi preoccupate dei soldi, trovate un modo per risparmiare ma non per avarizia, ma solo per…viaggiare di più.

Domenico

Ieri il peggio, oggi il…meglio dell’Italia.

rigop

Ieri mi sono voluto soffermare sul fratello di Alfano, oggi su loro i veri Eroi italiani.

Uomini del soccorso alpino, dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza, dei carabinieri, della polizia, del volontariato, gente comune come me e voi, gente che ha camminato per ore tra un muro di neve, in condizioni al limite, animati solo dalla speranza che i miracoli ancora, a volte, succedono.

Ieri abbiamo conosciuto la storia di uno dei tanti che spinti da una politica becera guadagna 200.000 euro l’anno, oggi ci soffermiamo su ragazzi, padri di famiglia, uomini e donne che ne guadagnano forse 20.000/25.000, in virtù sempre di quella politica becera che taglia sempre negli stessi comparti.

Ieri un tizio che con la sua faccia sorride dei problemi degli italiani, oggi degli Eroi che piangono per non aver potuto salvare una vita in più.

E questa la differenza tra gli italiani, da un lato alfano (volutamente minuscolo) dall’altra i soccorritori di Rigopiano…..una differenza che mi rende orgoglioso di voi…veri EROI italiani.

Domenico