Archivi del mese: giugno 2016

Le cinque stelle…..

simbolo_movimento

La vittoria del movimento cinque stelle in particolare a Roma e Torino, ma anche in alcuni paesi della nostra bella Sicilia, ha evidenziato caso mai ce ne fosse bisogno, come la gente sta iniziando a cambiare la sua mentalità.

In parte questa vittoria è per me una piccola grande soddisfazione, correva infatti l’anno 2011 quando in una riunione “politica” evidenziai come forse erano maturi i tempi per pensare a una Spadafora a cinque stelle.

Allora tra coloro che mi ascoltavano c’erano pseudo politici di professione, imprenditori, professionisti o presunti tali, gente che con la politica aveva cercato di accasarsi, insomma tutti coloro che con una buona dose di cinismo alle scorse elezioni comunali scelsero altre strade.

Come era prevedibile essi dissero che Grillo era solamente “protesta”, una “protesta” che adesso è però al governo delle maggiori realtà italiane.

La mia colpa di allora fu di non avere avuto la voglia, la forza e la volontà di andare avanti da solo, la mia espiazione la lontananza dalla politica paesana di adesso.

Per ora mi limito ad avere questa piccola rivincita morale, ma allo steso tempo esulto perché prima o dopo anche a Spadafora le cinque stelle arriveranno.

Domenico

ps ho il dono, o forse il problema, di ricordare quasi tutto anche le parole di chi adesso è tornato ad essere fautore della buona politica, che forse sia finito “il pane” della cattiva politica?

Collaborazione o sostituzione?

spiaggia

Sono sicuramente d’accordo alla collaborazione “Istituzione – Cittadini”, non sono d’accordo però quando questa “collaborazione” diventa “sostituzione”.

Non lo sono, perché come ho detto quando a lavorare erano altri, questo serve solamente a coprire le “magagne” di un amministrazione che non funziona, e che soprattutto non ha nessuna voglia di mettere la “testa a partito”

Detto questo complimenti a chi ha speso il proprio tempo e che in una domenica mattina ha pulito un pezzo di spiaggia che doveva essere pulita almeno quindici giorni fa, e che adesso sicuramente sarà ripulita (a pagamento) con un appalto comunale.

I paesi limitrofi hanno organizzato la pulizia della spiaggia con la giunta in prima linea, con tanto di volantini e invito alla cittadinanza attiva……i nostri dov’erano?

Le varie associazioni “vicine” al sindaco che negli anni passati (sotto elezione) si interessavano di trovare soluzioni, sono forse impegnati a cercare di progettare opere megafaraoniche, lavori che prevedano la messa a libro paga di direttori dei lavori e progettisti vari, ed è per questo che in questo periodo (lontano dalle elezioni) non si impegnano minimamente?

Domenico

No Mafia!!!!!

NoMafia

L’episodio è passato sotto silenzio ma è, secondo me, gravissimo e soprattutto indicativo come il male della mafia è ancora annidato nei meandri della società italiana in generale, e siciliana in particolare. Durante una processione in onore di San Giovanni Evangelista tenutasi a Corleone, la statua del santo si è fermata ad “omaggiare” la moglie di quel riina (volutamente minuscolo) riconosciuto da tutti capo del potere mafioso. La moglie di riina affacciata al balcone, si è “papariata” insieme alle sorelle, evidentemente soddisfatta di cotanto “rispetto”.

Adesso tutti disconoscono l’accaduto, il parroco prende le distanze, il vescovo è infuriato, la chiesa condanna, ma di fatto è avvenuto quello che non doveva avvenire, il riconoscimento del rispetto del clero (o di una parte di esso) a un uomo che nel passato si è fatto carico di decine di omicidi.

Solamente il Maresciallo dei Carabinieri e il Commissario di Polizia, che partecipavano alla manifestazione, hanno abbandonato la processione. E gli altri? Il sinsdaco, Il prete, la folla?
Sono questi gesti che non ci devono fare abbassare la guardia, perche la mafia è morte e distruzione, o come diceva un martire di mafia….la mafia è una montagna di merda!!!!

Domenico