Archivi categoria: Attualità

notizie di attualita

Il voto senza …scelta!

regionali

E anche questa volta andremo a votare senza….scegliere.
Si è fatto un gran strombazzare della nuova legge elettorale, alla fine hanno (di nuovo) vinto coloro che impediscono agli italiani di poter scegliere a chi dare il loro consenso.

Probabilmente, anzi quasi sicuramente, la battaglia sarà a tre: un non candidabile, uno che l’ultima volta che è stato votato è stato quando è diventato sindaco a Firenze, e uno scelto online in una votazione che ha avuto prologhi dubbiosi.

Berlusconi, Renzi e Di Maio, tutti e tre accompagnati da una pletora di uomini e donne che non saranno scelti dagli italiani, ma che per la maggior parte dei casi sono stati “messi” li dai segretari.

In un paese serio gli elettori probabilmente li avrebbero mandati a quel paese, in Italia no, in Italia gli sfaccendati della politica hanno ancora il modo di dire la loro.

Ecco perché forse conviene.. andare via.

Domenico

E’ facile dire Natale….

182421218-f7a27e3b-5b30-41f4-82c5-02269481af4b

Prima di frignare perchè il Natale non è Natale senza pranzi, regali, tredicesime e quant’altro dovremmo ricordarci che ci sono persone, come questa bambina in Argentina, che non hanno neppure i soldi per bere un goccio d’acqua.

Natale è una festa, ma la vera festa sarebbe non vedere più queste immagini……

Chiediamoci sempre se stiamo facendo il massimo per evitarle……

Buon Natale a tutti

Domenico

I teatrini spadaforesi….

ars

Dopo le elezioni regionali abbiamo assistito al solito teatrino spadaforese, con molti “politici” paesani (o pseudo politici) che hanno alzato le mani al cielo dicendo che non potevano mantenere le promesse fatte, perché il loro “santo” non era salito in paradiso (vedi ARS).

Chi ne capisce sa che il loro “”santo” in paradiso non ci sarebbe potuto mai salire, visto che la lista dove stava era fortissima e soprattutto vista anche la diminuzione di appeal, spesso dovuto proprio a molti politici paesani (o pseudo politici), che nel passato hanno promesso senza mantenere.

Ma il teatrino imponeva un interessamento plateale e incondizionato e cosi è stato. Il teatrino imponeva ricucire i fili con alcuni ex amici (evviva la coerenza) e cosi è stato. Il teatrino spero adeso imponga un’uscita definitiva (ma cosi non sarà).

E allora continuiamo con i teatrini, d’altronde la politica, quella sbagliata, si poggia su questo e soprattutto su promesse che come nelle migliori sceneggiature non saranno mai mantenute.

Domenico