Archivi categoria: provincia

Ad maiora….

17636797_10212372187610167_2035545117992423388_o

Era ora che anche nella nostra zona ci fosse una lista a cinque stelle.

L’onere, e anche l’onore, spetta a un’attivista di Venetico, Barbara Floridia, ragazza sicuramente in gamba che aveva già tentato nel passato di rompere le dinamiche politiche del suo paese.

Indipendentemente dal risultato che arriverà, un plauso va fatto per il coraggio che Barbara dimostra, soprattutto nello sfidare le politiche fatte da uomini che con la politica a volte ci vivono.

Non mi piace accostare le persone ai partiti, e per questo gli auguri a Barbara li faccio come persona, una persona che se diventerà Sindaco riuscirà sicuramente a fare bene.

Come per i naviganti mi permetto di dare a Barbara un avviso che mi viene dal profondo. Attenta ai professionisti dei riciclo, a persone che vivono rimanendo attaccate agli incarichi, a gente che guardano la politica come un serbatoio dalla quale attingere, insomma a quelli che per me sono i camaleonti delle amministrazioni pubbliche.

Dai rivali politici bisogna guardarsi, dai professionisti del trasformismo bisogna invece stare lontani, e il cinque stelle ne attira molti…almeno di quest’ultimi.

Ad maiora Barbara e che il vento ti accompagni!!!

Domenico

Gli eroi moderni…

13103376_10206536499712937_3130519107721004797_n

I genitori sono disposti a fare tutto per i propri figli, almeno alcuni!
Caterina Rizzo lo è, è una mamma che è disposta ad incatenarsi per la propria ragazza, lottando contro una politica becera, che sull’altare di una programmazione che non c’e’, vuole chiudere il centro di eccelenza di cardiochiururgia di Taormina.
Non conosco benissimo la questione, ma so per certo alcune cose:
A) non si gioca con la salute dei cittadini soprattutto dei giovani cittadini
B) non c’e’ programmazione che tenga (nè economica nè politica) quando sull’altare di presunti, (perche sono solo presunti) risparmi economici si deve costringere gli ammalati a farsi centinaia di chilometri in macchina.
C) la politica siciliana non ha mai fatto nulla di buono, anzi in presenza di eccelenze (in ogni campo) cerca di “mettere il bastone fra le ruote”.

Conosco Caterina e so che non dice le cose a vanvera, so per questo che la chiusura di Taormina checchè ne dicano a Messina, a Palermo, a Roma è una grandissima “minchiata” (permettetemi l’eufemisco siculo).

So anche che lei non smetterà di lottare, perche lei e quelli come lei incarnano gli eroi siciliani, quegli eroi siciliani stanchi di essere governati da chi probabilmnete non sarebbe neppure capace di governare a casa propria.

Vai Caterina io (e molti altri) siamo con te…..non perche ti conosco ma perche lo meriti.

Domenico

Si, No, grazie non voto……

referendum

In democrazia anche il “grazie non voto” è una manifestazione di democrazia, questo secondo me è un punto imprescindibile.
I risultati del referendum sull’inceneritore sono schiaccianti a favore del NO, ma…..
cosa vogliamo fare di chi ha preferito non votare?

Molti dicono che bisogna dare la possibilità ai cittadini di esprimersi, ma come si vede spesso essi non vogliano farlo, e le spiegazioni perché questo avviene sono tante. Molti hanno paura di farlo, altri non si impegnano neppure per andare ad esercitare quello che di fatto è un loro diritto/dovere, ad altri ancora non frega proprio nulla (alla faccia della cultura civica).

Personalmente credo che chi voleva votare SI avrebbe fatto meglio ad andare a scriverlo sulla scheda elettorale, ma sempre personalmente credo che non si può fare a meno di pensare che il referendum non sia stato una bella pagina di democrazia nel comprensorio del mela, e che comunque gli organizzatori debbano fare i conti con le migliaia di persone che hanno preferito disertare le urne.

Domenico

Non è interessante ma la mia scheda sarebbe stata “NO”.
Ho cercato sul web ma neppure i comuni interessati hanno dati esatti del corpo elettorale che aveva diritto a partecipare al referendum.