Tutti gli articoli di admin

poche idee…tutte confuse!!!

L’attuale fase politica italiana fa capire anche a chi di politica non ne mangia, quanta improvvisazione vi sia nelle classi politiche attuali.

Il gioco al ribasso del Movimento cinque stelle, uscito vincitore dalle elezioni che prima parla di programmi e poi cerca di giocare con due mazzi di carte, allettando prima il centrodestra e poi il PD (che tra di essi hanno programmi diversi, e allora di quale programma parla DI Maio??)

I giochi di potere all’interno del centro destra che prima vanno al Colle come partito e poi come coalizione (l’importante che si decidano)

L’inutilità del centro sinistra nel quale Renzi aspetta l’evolvere della situazione e allo stesso tempo Martina cerca di avere una legittimità che il suo stesso partito non gli fornisce.

Tutti però a prendersela con la legge elettorale approvata dalla scorsa legislatura e votata da persone che adesso dicono che non garantisce…. la governabilità.

Nel mezzo a tutto questo l’Italia, ferma al palo in attesa di un governo, che stando cosi le cose anche se arriverà avrà vita brevissima.

Non sarebbe allora meglio un governo del presidente che faccia una nuova legge elettorale e poi in autunno tutti di nuovo a votare?

Domenico

Ma come si fa….

Una domanda sorge spontanea quando si sentono certe cose: Ma come si fa?

L’assassino di Graziella Campagna, e non solo di lei, era in libertà condizionata, nonostante un ergastolo, ed è stato arrestato dai carabinieri di Firenze con l’accusa niente di meno che di traffico internazionale di stupefacente.

Insomma per essere pragmatici: un assassino che non ha mai smesso di delinquere

L’uomo 60 anni è rientrato immediatamente in carcere, e ci mancava!!!

La domanda però è quali sono i percorsi che portano all’ottenimento della libertà condizionata? Chi controlla che il criminale a cui questa viene concessa si sia redento o che almeno non delinqui più? E ancora chi controlla che si guadagni da vivere in maniera onesta?

Di fatto uomini e donne sono morti per mano di quest’assassino, un assassino che per fortuna questa volta ritorna dritto dritto da dove era uscito.

Il rientro in carcere non deve far dimenticare la gravità di quanto successo, e soprattutto dovrebbe portare all’allontanamento di chi ha sbagliato, perchè chi ha sbagliato (volontariamente o inconsapevolmente) è più colpevole del colpevole stesso.

Domenico

La coerenza ….smarrita!!!

La politica di solito è fatta di parole coerenti, esse per essere veritiere hanno bisogno di essere connesse ai fatti.

Le recenti elezioni hanno leggittimato il movimento cinque stelle, un movimento fatto da cittadini per i cittadini, che senza inciuci si candida a governare il paese, il liet motiv della campagna elettorale è stata no accordi e tanto meno accordi con quello che Grillo chiama lo psiconano.

Alla prima prova dei fatti però queste parole si sono scontrate con la prova dei numeri.

Avere un proprio esponente eletto alla presidenza della Camera dei Deputati è indubbiamente una vittoria di spessore, il prezzo è stato però dare il via libera a una fedelissima berlusconiana allo scranno più alto del Senato.

Ho ascoltato attentamente le dichiarazioni di Di Maio e Di Battista, entrambi dicono che hanno dato una spallata al sistema Berlusconiano, vedendo i fatti penso che non sia cosi.

La Casellati non è diventata presidente del Senato con solo i voti di Forza Italia, ci sono stati senatori grillini che nella scheda hanno scritto quel nome, un nome osteggiato per la sua vicinanza all’ex cavaliere.

Non è di certo una vittoria aver fatto fuori Paolo Romani (inquisito) per scegliere chi da sottosegretario ha fatto assumere la figlia, chi difendeva Berlusconi gridando al Golpe, chi ha contribuito (per sua stessa ammissione) a scrivere le leggi “ad personam”, chi è scesa in campo chiamata da Berlusconi nelle elezioni vinte all’epoca da quello che molti chiamavano “Re Silvio”.

Vedere le loro facce nel dopo elezione la dice lunga, erano consapevoli di ciò che stavano facendo e giustamente lo hanno fatto, ma che almeno siano coerenti e riconoscono che questa è la politica dei palazzi.

Sentendoli mi è venuto forte il dubbio che si ….cambia tutto per non cambiare nulla.

Vediamo come procederà questa legislatura ma se gli inizi sono questi…..

Domenico